September 16, 2021 ~ zefiro

LUCCA EDUCA

Percorsi informativi e formativi per la crescita e l’educazione 

Webinar e incontri rivolti a mamme, papà, insegnanti, educatori, ragazzi…e persone curiose Progetto cofinanziato da Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca nell’ambito del Bando Generico Genitori si diventa. 

I genitori di oggi manifestano una fragilità inedita, mai sperimentata dalle generazioni precedenti. Se negli anni è stato azzerato positivamente il senso dell’autorità (il padre padrone di una volta), non è stato  fornito alle nuove famiglie un “manuale” per gestire i propri figli, con la conseguenza di lasciarle spesso in balia di informazioni sconnesse, in una situazione di confusione e frustrazione. Per cercare di  ovviare a questa mancanza, è utile rendere concreto un sistema organico di informazioni educative, età per età  (dalla nascita fino alla tarda adolescenza), scandendo un percorso di crescita sereno per bambini e ragazzi, nel  quale ogni famiglia può trovare un riferimento efficace e aperto. Una guida completa passo a passo verso una  nuova organizzazione educativa, che spiega con concretezza come liberarsi da false notizie e falsi miti, adottare  la giusta distanza e sintonizzarsi sull’età dei figli, per fare “ogni cosa a suo tempo”, senza perfezionismi ma con  sufficiente sicurezza, puntando sul gioco di squadra tra i genitori e le diverse figure educative che si occupano dei ragazzi. Perché a essere genitori positivi e ben organizzati non si sbaglia mai. 

Le mamme e i papà hanno bisogno di supporto, di fiducia più che di consigli sporadici e che non si fondino su solide basi educative. Hanno bisogno di ascolto, condivisione. (D.Novara) 

Lucca Educa si pone l’obiettivo di effettuare cinque incontri volti a presentare in maniera  divulgativa approcci e metodologie a sostegno della genitorialità, dell’educazione e all’ascolto  diretto e la condivisione con ragazzi e giovani dei propri bisogni. La scelta dei relatori è stata  orientata per tematiche e problematiche che vanno dal ruolo dei genitori nel percorso educativo fino al dialogo diretto con gli adolescenti. Privilegiando relatori con in quali ha già avuto modo di  lavorare in passato, Zefiro vuole significare la continuazione di un dialogo già aperto con la  comunità che agli eventi precedenti ha partecipato numerosa.  

Obiettivi generali: 

– riconoscere protagonismo e valore alla “comunità educante”, per sperimentare, attuare e  consolidare proposte sperimentali nelle quali i bambini, i ragazzi e le famiglie diventino  protagonisti sia come beneficiari degli interventi, sia come soggetti attivi d’intervento.   – attivare una comunità che cresce “con” loro, e non solo per loro, che educa gli adulti del domani,  ma che si fa anche educare e cambiare da loro. 

 – trasformare in opportunità la crisi sociale delle famiglie dovuta alla pandemia, dando valore alla  consapevolezza maturata durante questo tempo sospeso. 

 – sostenere i genitori nel proprio ruolo, dalla nascita all’adolescenza, attraverso la realizzazione di azioni educative di gruppo tra pari e alla presenza di esperti, per favorire il benessere familiare  basato sulla cura, la socializzazione, la prevenzione, l’educazione di bambini e giovani, anche con  fragilità, 

– sostenere i bambini e le loro mamme e papà nella ricerca delle personali risposte ai propri  bisogni o problemi. 

– strutturare, attorno a bambini e ragazzi in difficoltà, una proposta di interventi complementari, a supporto anche delle competenze genitoriali della famiglia di provenienza, che spaziano dalla  formazione, al confronto tra pari, agli stimoli extrascolastici, alle buone relazioni, alle attività di  prossimità. 

– favorire la crescita individuale dei bambini e degli adolescenti, attraverso l’acquisizione di una maggiore conoscenza e gestione delle emozioni, di una educazione al conflitto, della capacità di  sviluppare resilienza, di maturare la consapevolezza di poter essere cittadini attivi con l’obiettivo di  creare condizioni che evitino il formarsi di forme di disagio, emarginazione e atteggiamenti  antisociali

Torna all'inizio

Inserisci il tuo commento

I commenti sono moderati, quindi non appariranno finché non saranno approvati da un amministratore. Non saranno approvati i commenti offensivi o in cui viene usato un linguaggio non civile. I campi contrassegnati con l’asterisco * sono obbligatori. L'email non sarà in ogni caso pubblicata, ma solo utilizzata ad uso interno.