Distinguere regole e comandi: una serata con Paolo Ragusa e tante famiglie

Affollata serata presso la scuola «Lombardo-Radice» di viale Castracani a Lucca dove lunedì 27 ottobre 2014 si è svolto un incontro all’insegna della scoperta dell’educazione consapevole, nel difficile ma efficace compito di stabilire regole. Mentre i bambini erano impegnati a giocare in un’aula appositamente preparata insieme agli educatori di Zefiro, i genitori hanno ascoltato poi discusso con Paolo Ragusa di regole e comandi.

Il comando è un divieto, un atteggiamento estemporaneo che il genitore mette in atto per imporre qualcosa al bambino. La regola è tale se inserita in una cornice educativa, è uno strumento di regolazione che permette ai nostri ragazzi di crescere, di fare da soli, di uscire serenamente dall’infanzia. A conferma di questo, una delle frasi che tipicamente dicono i genitori ai figli è: «ma quante volte te l’avrò detto?» Ecco il segnale che evidenzia la differenza tra regola e comando. Come si fa a regolare, allora?

La regola è chiara, contestualizzata, adeguata all’età, condivisa nella coppia educativa (padre, madre), anche se non è coppia affettiva (genitori separati). Nel dare regole mamma e papà devono chiedersi: qual è l’obiettivo che vogliamo raggiungere? Qual è il progetto che abbiamo per nostro figlio? Ecco la ‘rivoluzione’ per genitori, ma anche educatori e insegnanti: non importa il mio sogno, ma il sogno che ho per lui. I bambini, nelle diverse età, hanno bisogno di una mamma e di un papà che decidano per loro e li aiutino a crescere. C’è bisogno di entrambi i codici, materno e paterno.

Non è ammessa delega.

Valentina Altamura 

Giovedì 30 ottobre Codino va ai Comics

Vi aspettiamo giovedì 30 ottobre alle 17 presso la salita delle mura in piazza Santa Maria per l’appuntamento gratuito “Codino va ai Comics”, un tour narrativo attraverso la magica atmosfera dei Comics, fino ad arrivare all’area Junior (Real Collegio) dove parteciperemo al laboratorio interattivo “Mi disegni una storia”! Per informazioni e prenotazioni info@cooperativazefiro.it o 0583 490783

«Genitori e figli: manuale di sopravvivenza» incontro gratuito – Paolo Ragusa a Lucca

Si terrà lunedì 27 ottobre alle ore 21 presso la scuola primaria «Giuseppe Lombardo-Radice» in viale Castracani a Lucca un incontro gratuito dal titolo «Genitori e figli: manuale di sopravvivenza» per parlare e confrontarsi sulle modalità comunicative possibili fra genitori-figli. Interverrà Paolo Ragusa, consulente e responsabile delle attività formative del CPP – Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti di Piacenza.

Una buona comunicazione è il primo passo verso un percorso di comprensione e di educazione consapevole nel difficile rapporto fra genitori e figli. Ma quali sono i canali comunicativi con i nostri figli? Quali scegliere? Come mettersi sulla stessa lunghezza d’onda per focalizzare i veri problemi e superare velocemente gli ostacoli che possono portare a una chiusura del dialogo.

L’incontro è organizzato da Zefiro in collaborazione con CCP, Circolo didattico Lucca 6 e Circolo LaAV – Letture ad alta voce di Lucca.

Paolo Ragusa – Nato nel 1965 a Palermo, vive a Genova. È laureato in Lettere presso l’Università Statale di Palermo. Dal 1998 è vicepresidente e responsabile delle attività formative del CPP. Formatore, Counselor e mediatore di comunità, si occupa della progettazione, conduzione e monitoraggio di corsi di formazione per insegnanti, genitori, operatori socio-sanitari, dipendenti pubblici nell’ambito della gestione dei conflitti. Opera nell’area dell’aiuto nella gestione dei conflitti attraverso la pratica della mediazione e della Consulenza maieutica. Fa parte nel comitato di redazione della rivista Conflitti. Rivista Italiana di Ricerca e Formazione Psicopedagogica. È autore del libro Imparare a dire NO. Una guida chiara ed efficace per prendere in mano la propria vita in famiglia e al lavoro, Bur, Rizzoli, Milano 2013. Ha collaborato al capitolo sulla mediazione nel libro di D. Novara, La grammatica dei conflitti. L’arte maieutica di trasformare le contrarietà in risorse, Sonda, Casale Monferrato, 2011. Francesco Paolo Ragusa, Educare alla città (pubblicato in PROPOSTA EDUCATIVA), Roma, 1999 Francesco Paolo Ragusa, Paola Cosolo Marangon, Ginocchia sbucciate, Piacenza, Editrice Berti, 2007.

LocandinaRagusaSITO

Aperte le iscrizioni per i corsi di lingua a Porcari: Inglese, Francese, Spagnolo e Tedesco

Sono ufficialmente aperte le iscrizioni ai corsi di lingua (Inglese, Francese, Spagnolo e Tedesco) organizzati dal Comune di Porcari in collaborazione con la Biblioteca Comunale – Centro Culturale Cavanis e l’agenzia formativa Zefiro. Ciascun corso, della durata di 40 ore, prevede un appuntamento settimanale di due ore e avrà inizio nel mese di novembre.

Il calendario settimanale dei corsi sarà così distribuito: il mercoledì Francese livello base 18,30 – 20,30 e  Spagnolo livello base 20,30 – 22,30. Il giovedì Inglese livello base e Tedesco livello base 18,30 – 20,30; sempre il giovedì Inglese livello intermedio 20,30 – 22,30.

Inizio corsi di Inglese (entrambi i livelli) giovedì 27 novembe 2014

Inizio corso di Spagnolo mercoledì 19 novembre 2014

Inizio corso di Francese mercoledì 19 novembre 2014

Inizio corso di Tedesco gioved’ 20 novembre 2014

Il costo di un corso (per 40 ore complessive) è di 215 euro ( Tutti i corsi saranno tenuti da insegnanti madrelingua di lunga esperienza e si svolgeranno presso l’ ITCG Benedetti  di Porcari in via Roma, 121. Per informazioni e iscrizioni segreteria Biblioteca 0583 211884.

corsi-lingua-zefiro-2014

Valter Barontini: Pedagogia del movimento e della corporeità

“Pedagogia del movimento e della corporeità”  fa parte del percorso formativo Atelier scopri il programma completo e le offerte

La funzione simbolico-espressiva delle competenze motorie, la percezione e il movimento. Relazione del bambino con lo spazio, gli oggetti, le persone. La necessità dell’educatore è quella di disporre di più chiavi di lettura per osservare, condurre e partecipare al gioco del bambino
e cogliere la complessità espressiva insita nelle attività motorie che questo compie.

Attraverso giochi-esercizi appartenenti alla dimensione ludica ed espressiva, verrà praticata una sessione di laboratorio teatrale e di movimento,
al fine di condividere strumenti formativi rivolti ad una esplorazione della propria fisicità, in relazione allo spazio, al tempo, alla prossemica e al mondo sommerso delle emozioni.

Il laboratorio è finalizzato a trasmettere agli operatori approcci che facilitino la possibilità di esprimersi di bambini e ragazzi attraverso il linguaggio poetico del movimento.

Docente: Valter Barontini, dottore in Scienza dell’educazione, operatore teatrale e formatore di clown di corsia dell’istituto di formazione Homo Ridens.

Date: 18 Ottobre 2014

Durata: 8 Ore

Prezzo: 80 €

scopri il programma completo e le offerte del percorso formativo Atelier

Per informazioni: Zefiro – via delle Cornacchie 960/E San Vito 55100 Lucca Tel. 0583 490783  info@cooperativazefiro.it

Un ponte di carta per conoscere e giocare

Albert Einstein diceva «L’immaginazione è più grande della conoscenza». La dote di combinare in modo del tutto originale elementi mai messi assieme prima è fondamentale per giungere a nuove scoperte e a visioni rivoluzionarie. Questo dono appartiene alle menti giovani ed in particolare modo a quelle giovanissime dei bambini.

Per questo è indispensabile rendesi conto della distanza che divide la mente di un adulto da quella di un bambino in fatto di creatività: il gioco è il modo più semplice di rimettere in contatto questi due mondi con reciproco arricchimento e divertimento.

Gabriella De Pietro ha curato il primo modulo «Pedagogia del gioco e della narrazione» parte del percorso formativo Atelier venerdì scorso 3 ottobre. Ai partecipanti, divisi in gruppi, è stato chiesto prima di progettare un ponte con giornali vecchi atto a sostenere il peso di due risme di carta, una prova che si è trasformata in una sfida e in un gioco nella fase di realizzazione, coronata, come nelle opere d’ingegneria, con il collaudo finale.