September 18, 2014 ~ zefiro

Litigare bene

“Ma dai, non fare così, devi essere amico di tutti!’

“Non devi picchiare il tuo amico!”

“Dai, smettila, cosa hai fatto?”

“Non litigare!”

“Chi ha iniziato?”

“Chi è stato?”

Quando due bambini si trovano a litigare queste sono le frasi che più spesso si sentono o che più si fanno fatica a contenere, celandole all’altezza della pancia, visceralmente.

Secondo Paolo Ragusa, consulente e responsabile delle attività formative del CPP – Centro Psicopedagogico per l’educazione e la gestione dei conflitti di Piacenza, “Litigare bene” è, per i bambini, fonte di crescita e di realizzazione personale.

Messi nella corretta condizione di confronto, infatti, i bambini tra i 3 e i 10 anni presentano ottime capacità di regolazione: sanno fare la pace, anche dopo un bisticcio animato, in tempi ragionevoli, senza strascichi. Strapparsi di mano un oggetto, darsi uno spintone, escludere un amichetto dal gioco, sono comportamenti istintuali, al nido e alla scuola materna.

In caso di bisticcio i bambini non hanno bisogno di sentirsi giudicati, o puniti, né di ottenere immediatamente una soluzione da parte dell’adulto: atteggiamento, questo, che crea dipendenza.

Nonostante, infatti, che per insegnanti e genitori sia difficile resistere alla tenzazione di riportare la calma imparare a gestire le contrarietà dei piccoli è un esercizio con ricadute positive: per l’adulto, che può essere portato a sedare il conflitto perché gli fa paura o perché attiva dinamiche autobiografiche non sostenibili. E per il bambino, che se impara a vedere le cose da un punto di vista che non è il suo, avrà relazioni migliori con gli altri.

Il confronto con gli altri, infatti, è fondamentale per una crescita armonica ed è un momento di apprendimento molto importante e l’intervento degli adulti è deleterio poiché non consente ai bambini di imparare a regolare le proprie reazioni e mettersi in gioco per trovare un compromesso. L’atto di proteggere i propri figli in queste situazioni, evita che provino la frustrazione necessaria per diventare grandi e non li aiuta ad imparare a gestire e risolvere i conflitti in autonomia.

Workshop “Litigare bene” condotto da Paolo Ragusa http://www.cooperativazefiro.it/corso/litigare-bene/

 

Torna all'inizio

Inserisci il tuo commento

I commenti sono moderati, quindi non appariranno finché non saranno approvati da un amministratore. Non saranno approvati i commenti offensivi o in cui viene usato un linguaggio non civile. I campi contrassegnati con l’asterisco * sono obbligatori. L'email non sarà in ogni caso pubblicata, ma solo utilizzata ad uso interno.