382003_209936192475884_1899913397_n

Alla scoperta dell’Orto Botanico con Codino

Tanti piccoli esploratori – botanici in erba hanno visitato questa mattina dalle dieci a mezzogiorno l’Orto Botanico di Lucca. Muniti di mappa con l’aiuto di maestre ed esploratori esperti, i bambini dai 3 ai 6 anni che partecipano alle attività di E…state in compagnia si sono avventurati fra piante esotiche, alberi secolari alla scoperta dei segreti del Regno vegetale.

La spedizione è partita dal laghetto sotto l’occhio vigile di tartarughe e carpe che abitano lì:  i bambini si sono avventurati fra le foglie della felce Osmunda e hanno accarezzato il soffice manto verde del muschio chiamato Sfagno.

Gli esploratori hanno ascoltato una favola sui pesciolini e si sono poi diretti verso uno dei più grandi alberi dell’Orto: la Sequoia. Questo gigante verde è arrivato a Lucca nel 1840 supera i 40 metri di altezza e ha circa 174 anni, ma in natura può arrivare fino a 115 metri di altezza e può vivere oltre 2000 anni. Gli esploratori hanno voluto misurare la circonferenza del tronco e hanno appurato che servono circa 21 bambini per abbracciarlo.

La tappa successiva ha condotto tutti dentro le serre dove in inverno vengono ricoverate le piante che soffrono il freddo come il Banano che ha gentilmente accettato di far osservare alcune banane ancora acerbe ai bambini.

Nelle aiuole della ‘scuola botanica’ abbiamo visto la ricchezza delle piante medicinali ma l’attenzione dei piccioli botanici è stata attratta dalla pianta del caffé e dal profumo inebriante di un baccello di un orchidea rampicante: la Vaniglia. Dopo un breve omaggio all’albero più antico dell’Orto, il Cedro del Libano, tutti i bambini sono corsi a salutare Codino, il piccolo dinosauro che era passato dall’Orto per andare a trovare una sua cara amica, la Wollemia, un albero già diffuso sul pianeta nell’era jurassica, quando i dinosauri prosperavano sulla Terra, cioè 200 milioni di anni fa.

Codino ha raccontato che gli scienziati conoscevano questo albero solo come fossile e sono rimasti sbalorditi di trovarlo ancora vivo in poche decine di esemplari in un piccolo canion in Australia. Salutato Codino l’avventura si è conclusa percorrendo il sentiero della montagnola. E’ stato chiarito da quali paesi del mondo provenivano le piante esotiche, tutti i punti segnati sulla mappa sono stati visitati e i bambini hanno deciso di portarla a casa per colorarla. Missione compiuta!

infoporcari

Un incontro su lavoro e studio in UK e Australia all’informagiovani di Porcari

Si svolgerà domani, mercoledì 9 luglio alle 17,30 presso la Biblioteca comunale di Porcari (via Roma 121) l’incontro dal titolo: “Scappo dall’Italia: fish n’ chips, futuro e canguri” un pomeriggio dedicato a scoprire le opportunità di studio e di lavoro oltremare, nel Regno Unito e in Australia.

Gli operatori Informagiovani presenteranno le occasioni, le normative, i punti di riferimento e risponderanno alle tante domande che si presentano a chi desidera affrontare un’avventura all’estero in queste due mete ‘simbolo’ per i molti giovani italiani. Varie le possibilità d’impegno, si va dal semplice soggiorno linguistico a una vera e propria ricerca del lavoro a breve o medio termine.

L’incontro è realizzato in collaborazione con l’assessorato alle politiche giovanili e il Centro culturale Cavanis. Per informazioni Zefiro 0583 490783 info@cooperativazefiro.it