tela penelope

Poche ore all’evento finale del corso “Mo.Ma.”

Domani mattina, alle ore 11, la Cooperativa “La Tela di Penelope“, si riempirà di voci, colori, curiosi, amici, affezionati e ospiti di riguardo per festeggiare l’evento finale del corso di formazione on the job “Mo.Ma. – Moda e marketing per l’inclusione sociale”.

Al corso hanno partecipato i soci e le socie della Cooperativa i quali si sono destreggiati tra lezioni di marketing, analisi del prodotto, creazione di accessori, tecniche del telaio, strumenti di comunicazione efficace, taglio e cucito, social media, reputation on line, ideazione di nuovi prodotti da proporre sul mercato.

Le ore di aula sono state molto intense, con ritmi serrati, e sono servite non solo a veicolare molte conoscenze teoriche e pratiche, atte a fortificare le competenze professionali dei partecipanti, ma anche a unire e cementificare i rapporti del gruppo che, ora più di prima, si percepisce e si racconta come una vera e propria famiglia.

“La Tela di Penelope” nasce da un progetto ideato dall’Associazione Archimede e ben presto trova una propria identità. Grazie al sapiente utilizzo di telai antichi, infatti, “La Tela” è riuscita a divenire un’attività commerciale che propone pezzi unici, di gran qualità, fatti e rifiniti a mano: dettagli, questi, che riescono a fare la differenze all’interno del vasta panorama di scelta attuale.

Domani mattina, quindi, presso la sede de “La Tela di Penelope” in via dell’Anfiteatro 75/p saranno presentati i risultati del percorso formativo proposto da Zefiro e si coglierà l’occasione per presentare il sito aggiornato e il nuovo logo ideato da Officina B

Vi aspettiamo!

 

img_corso_greendays

Green Days

“Operatore agricolo – Addetto agli interventi tecnici ed agronomici sulle coltivazioni ed alla gestione di impianti, macchine ed attrezzature”

ISCRIZIONI CHIUSE – IN SVOLGIMENTO

DESTINATARI: Giovani di età inferiore ai 18 anni che hanno adempiuto all’obbligo di istruzione e sono fuoriusciti dal sistema scolastico.

SEDE DI SVOLGIMENTO: Via Del Brennero, 1040 BK int.1 – 55100 Lucca.Via delle Cornacchie 960/e 55100 Lucca

OBIETTIVO: L’addetto, in uscita dal percorso formativo, è una figura che provvede a tutte le operazioni relative alla lavorazione e alla fertilizzazione dei terreni, alle semine, ai trattamenti fitosanitari, alle potature, alla raccolta e a tutte le altre lavorazioni agronomiche e di coltivazione delle produzioni arboree, erbacee, ortofloricole. Per i partecipanti che abbiano conseguito una certificazione parziale delle competenze di base ai sensi del DM 139/07 e che siano fuoriusciti dal sistema scolastico dopo almeno 10 anni è prevista la realizzazione di un’attività di recupero delle competenze di base secondo quanto previsto dalla DRG 249/2013.

CONTENUTI DEL PERCORSO: Le attività formative saranno dedicate sia all’acquisizione/recupero delle competenze di base, attraverso un approccio di orientamento narrativo e attività laboratoriali, che allo sviluppo di competenze professionalizzanti tra cui: Sicurezza sui luoghi di lavoro; Socializzazione al lavoro; Memoria e metodo; Elementi di contabilità generale, diritto, economia e estimo agrario; Principi di fisiologia delle piante e botanica; Metodi di produzione convenzionale, integrato, biologico e biodinamico; Ecologia e normative di salvaguardia ambientale; Attrezzature, strumenti e utensili di lavoro; Trattamenti fitosanitari. E’ previsto lo svolgimento di “Esercitazioni pratiche sul campo: tecniche di piantumazione, produzione, potatura e raccolta dei prodotti” oltre che alla realizzazione di un periodo di stage in azienda.

Scarica la Locandina

DURATA:  2100 ore di cui 630 di stage

PERIODO DI SVOLGIMENTO: da settembre 2014 a settembre 2016

PARTNER: Agenzia formativa Per-corso (capofila), Zefiro, I.S.I. Fermi

Finanziato dal F.S.E nell’ambito del POR Toscana ObOb. 2- 2007/2013 per progetti finalizzati alconseguimento di una qualifica professionale per soggetti che hanno assolto l’obbligo di istruzione e sonofuoriusciti dal sistema scolastico (drop- out) assegnato dalla Regione Toscana con la DGR n. 68 del 03 /02/2014

zefiro_opp_800_800

La mediazione familiare: uno strumento di sostegno alla genitorialità durante la separazione

Si svolgerà venerdì 7 marzo dalle ore 11 alle ore 13 nella Sala Tobino di Palazzo Ducale a Lucca il convegno dal titolo «La mediazione familiare: uno strumento di sostegno alla genitorialità durante la separazione».

Saranno presenti oltre all’assessore provinciale Mario Regoli, Susanna Raimondi (Direttivo SIMEF, mediatrice familiare presso Centro GEA Milano) che terrà un intervento dal titolo «Genitori ancora, dopo la separazione» Luciana Zambon (Mediatrice Familiare presso Comune di Lucca – Zefiro) che parlerà de «La mediazione familiare a Lucca – storie e numeri» Elisabetta Fambrini (Cooperativa Zefiro) illustrerà «La formazione del mediatore familiare: quali attitudini, quali competenze».

Concluderanno l’incontro i nuovi mediatori che racconteranno l’esperienza formativa e riceveranno l’attestato di qualifica a conclusione del corso di formazione gratuito per Esperto mediatore familiare finanziato dalla Provincia di Lucca nel 2012.

Il mediatore familiare è un operatore che, adeguatamente formato alla comprensione sul piano psicologico del conflitto coniugale e familiare, aiuta la coppia a trovare, al di fuori del sistema giudiziario, un’intesa pragmatica nella direzione di una separazione soddisfacente per sé e per i propri figli. Il mediatore familiare opera affinché i genitori mantengano vivo il senso e la pratica della loro responsabilità genitoriale. È in possesso di strumenti operativi adeguati per incontrare i genitori separati o separandi e per occuparsi della riorganizzazione delle relazioni familiari, con la massima attenzione a salvaguardare l’esercizio della cogenitorialità. Per informazioni e iscrizioni tel. 0583 490783 info@cooperativazefiro.it

Zefiro, agenzia formativa accreditata ha gestisce questo percorso formativo, cofinanziato dal FSE nell’ambito del POR Toscana Ob.2 -2007/2013 Asse IV- Capitale Umano assegnato dalla Provincia di Lucca con la determinazione dirigenziale del servizio presidenza Politiche Comunitarie, Culturalie Formative n.564 del 08/02/2012 a seguito di procedura di Appalto di Servizi n. 1/2011.